L'Opec: "Il petrolio salga a 70 euro"

Per il il segretario generale del cartello, Abdellah El Badri, "il prezzo di 50 dollari non é sufficiente per coprire i costi degli investimenti per il futuro"

Algeri - L'Opec auspica che il prezzo del petrolio salga sopra i 70 dollari al barile. Lo ha dichiarato ad Algeri il segretario generale del cartello, Abdellah El Badri, nel corso di una conferenza stampa. Il prezzo di 50 dollari non é sufficiente per coprire i costi degli investimenti per il futuro", ha detto El Badri, aggiungendo che "il prezzo che permette delle entrate ragionevoli e accettabili è di più di 70 dollari al barile".

Il segretario generale dell'Opec si trova in visita di lavoro in Algeria, dove ha avuto dei colloqui con il ministro dell'Energia Chakib Khelil sull'evoluzione del mercato petrolifero, a un mese dalla riunione dell'Opec in programma a Vienna per il 28 maggio. Venerdì scorso a New York il greggio ha chiuso a 51,57 dollari al barile. Nei giorni scorsi era stato l'Iran a sollevare ufficialmente la questione del prezzo del barlile, sostanendo la necessità che salisse almeno sopra quota 60 dollari.