Il loro culto è il più «filtrato» sul web cinese

Per i cinesi, l’unica fonte di informazione sul Falun Gong sono i media di Stato, usati per diffamare il Falun Gong e negare gli abusi. Direttive specifiche vietano ogni cronaca indipendente in materia. Su internet, il Falun Gong e i termini collegati restano tra i più filtrati dal «Grande Firewall Cinese». Una ricerca sul web per «Falun Gong» conduce a siti che presentano la linea approvata dal governo. Siti come www.faluninfo.net sono inaccessibili dall’interno della Cina. Di conseguenza, i cinesi restano all’oscuro della natura non violenta degli aderenti al Falun Gong e della brutalità usata contro di loro.