La loro specialità: correggere errori

Il Brigham and Women’s hospital ha una particolarità: se qualcosa non funziona, non lo nasconde. Di fronte a un errore, lo affronta. Come è successo nel novembre del ’99: Linda Kennedy ha un arresto cardiaco dopo un’anestesia; il medico, Rick van Pelt, le manda una lettera di scuse. Si incontrano e decidono che quell’esperienza dev’essere di tutti: una linea di comunicazione aperta fra pazienti, medici e infermieri. La sicurezza ora è una priorità: grazie a un sistema computerizzato che registra gli incidenti e a un dispensatore di farmaci ipertecnologico, gli errori si sono ridotti dell’80 per cento.