Los Angeles, Alec Baldwin non spegne il cellularee viene cacciato dall'aereo

L'attore americano Alec Baldwin è stato costretto dall'equipaggio ad abbandonare il volo. Motivo? Si era rifiutato di spegnere lo smartphone con cui giocava per far passare il tempo. <strong>Guarda</strong> <strong><a href="/video/alec_baldwind_cacciato_dalaereo/id=alec_baldwin?" target="_blank">il video</a></strong>

Alec Baldwin rimbalzato dal suo volo aereo. Dopo essersi imbarcato ieri su un volo dell'American Airlines, da Los Angeles a New York, l'attore americano è stato costretto dal personale di bordo a scendere dall'aereo su cui si trovava. Per un capriccio: non voleva smettere di giocare col suo smartphone. Baldwin, infatti, si era messo a smanettare per ingannare il tempo di attesa dalla partenza. Lo conferma l'attore stesso, attraverso la sua pagina di Twitter.

Neanche le numerose richieste dell'equipaggio di spegnere eventuali apparecchi elettronici hanno convinto Baldwin ad interrompere la sua partitella. L'attore, scocciato, ha infatti cominciato la discussione con un assistente di volo, riportandola anche sul suo profilo Twitter: "L'assistente di volo mi ha ripreso perché giocavo a "Words with friends" mentre eravamo ancora al gate e l'aereo non si muoveva. Non c'è da stupirsi se l'American air è in bancarotta".

Alec Baldwin, 53 anni, ha rimediato subito prendendo il successivo volo, con una promessa: quello sarebbe stato l'ultima volta che avrebbe volato con la compagnia di bandiera, sostenendo che il personale di bordo fosse composto da "insegnanti di ginnastica in pensione della scuola cattolica del 1950". Il portavoce della compagnia, Ed Martelle, ha evitato di rilasciare commenti sull'episodio per la privacy dei passeggeri, famosi e non.