Los Angeles, scontro tra treni: 24 le vittime

Sciagura ferroviaria alle porte della città californiana. Un treno merci si è schiantato contro un convoglio che trasportava 350 pendolari. Il bilancio si aggrava, i feriti sono oltre 135

Los Angeles - Almeno 24 persone sono morte e 135 sono rimaste ferite, di cui una quarantina in modo grave, in un incidente ferroviario avvenuto venerdì sera in California, nei pressi di Los Angeles. Un convoglio passeggeri con 225 persone a bordo si è scontrato con un treno merci, provocando un deragliamento, un incendio e una scena catastrofica per i soccorritori. Il sindaco di Los Angeles, Antonio Villaraigosa, ha detto di ritenere che il bilancio sia destinato a salire, per la gravità delle ferite riportate da molti passeggeri e per la difficoltà a raggiungere alcune aree tra le lamiere di ciò che resta dei due treni, dove potrebbero trovarsi altri cadaveri.

A metà della giornata di sabato, le autorità hanno escluso che possano esserci sopravvissuti non ancora individuati. Lo scontro è avvenuto alle 16:23 locali (le 01:23 di sabato in Italia) lungo una curva della linea ferroviaria a Chatsworth, un sobborgo dell'area metropolitana di Los Angeles. Il treno Metrolink 111 aveva lasciato da poco la Union Station nel centro della città diretto verso la cittadina di Moorpark, con a bordo in gran parte pendolari, quando si è schiantato frontalmente con un treno merci della Union Pacific. La locomotiva di quest' ultimo si è infilata dentro il convoglio Metrolink, aprendolo in due, mentre entrambi i treni uscivano dai binari in un punto in cui viene affrontata una curva brusca a una velocità intorno ai 60 km orari. "L'ho visto arrivare, non c'era possibilità di impedire quello che è accaduto, è stato orribile", ha raccontato al Los Angeles Times un passeggero sopravvissuto, Eric Forbes. Altri testimoni hanno raccontato di aver provato una sensazione come "schiantarsi in corsa contro un muro di mattoni".

Denise Tyrrell, una portavoce della Metrolink, una società di trasporti per pendolari, ha detto che la probabile responsabilità dell'incidente è del conducente del treno passeggeri, che non si sarebbe fermato a un semaforo rosso. "Vogliamo essere onesti nella nostra valutazione dell' accaduto", ha detto la Tyrrell. Il conducente lavora per una società che ha in subappalto il servizio dal 1998 e non è chiaro se sia sopravvissuto allo scontro.