A Los Angeles un trionfo per Monicelli

da Los Angeles

Standing ovation al maestro del cinema italiano Mario Monicelli, domenica alla serata inaugurale di «Los Angeles, Italia» il festival del cinema italiano che per una settimana, fino alla sera prima della notte degli Oscar porterà il meglio del cinema tricolore nello storico teatro cinese di Hollywood. La sala, gremita, ha assistito all’inaugurazione del Festival e ha salutato Monicelli, che ha portato al festival il suo capolavoro I soliti ignoti, con un lungo e caloroso applauso. Il regista, insieme alla direttrice di Ciak Piera De Tassis, all’attore Jeff Goldblum e al produttore Fulvio Lucisano, è stato premiato con l’ampolla simbolo del festival. La festa ha segnato anche il debutto a Hollywood di Riccardo Scamarcio. Tre i film in cartellone per l’attore pugliese, a cominciare da Romanzo criminale e poi Texas e Tre metri sopra il cielo. «Il mio futuro a Hollywood? È tutta una questione di idioma», ha ironizzato Scamarcio. Al termine delle proiezioni gli artisti italiani hanno festeggiato con tanti colleghi americani ospiti di Fiuggi e della Regione Lazio con Claudia Gerini che ha cantato al pianoforte al ristorante Trastevere.