Lotito indagato, la Lazio trema

Un presunto patto parasociale occultato alla Consob. Di questo sono accusati il presidente della Lazio Claudio Lotito e il costruttore Roberto Mezzaroma nell’ambito dell'inchiesta della Procura di Roma sulla composizione del pacchetto azionario della Lazio. Le indagini prendono in esame l'ipotesi di reato di ostacolo alle attività degli organi di vigilanza e marciano parallelamente a quelle della Procura di Milano che indaga per «aggiotaggio manipolativo». Il presidente biancoazzurro: «Il patto non esiste, tutto sarà chiarito».