Lotta all’evasione Incassi record nel 2009. Ora «basta coi commercialisti compiacenti»

Nel 2009 la lotta all’evasione fiscale ha dato risultati molto positivi, con incassi per l’Erario superiori agli 8 miliardi di euro (7,7 miliardi a ruolo). In una audizione alla commissione Finanze della Camera, il direttore dell’Agenzia delle entrate, Attilio Befera, ammette tuttavia che ancora molto resta da fare. Per scovare gli evasori, spiega ai parlamentari, serve la collaborazione dei commercialisti e così «è ora di finirla con i professionisti che agevolano l’evasione».
Per quanto riguarda i dati sul contenzioso l’Agenzia, ricorda Befera, soccombe in giudizio una volta su due: vince il 57% delle cause in commissione tributaria, il 50% in Cassazione e il 47% nelle commissioni regionali. Il direttore delle Entrate ha anche fornito i dati sui rimborsi fiscali: nel 2009 sono stati erogati due milioni di rimborsi a famiglie e imprese, per un totale di 14,6 miliardi di euro. Inoltre sono state concesse ai contribuenti in difficoltà per la crisi economica oltre 620mila rateazioni, per un importo di oltre 10 miliardi di euro. Befera si dice favorevole a una riforma fiscale complessiva visto che «dal ’71 a oggi c’è stato ogni anno, o quasi, un intervento di rattoppo per esigenze di bilancio». In particolare, ricorda che fra agevolazioni, detrazioni e deduzioni ci sono 140 tipologie diverse, «che spesso non danno grandi risultati, ma fanno aumentare le pagine delle dichiarazioni dei redditi».