La lotta contro la sclerosi e per la libertà di ricerca

Il destino di Luca Coscioni cambia nel 1995: è eletto consigliere comunale ad Orvieto, poco dopo scopre di essere malato di sclerosi laterale amiotrofica. Nel suo libro, Il maratoneta, Coscioni racconta la carriera in università e la passione per la corsa; poi la vita sulla sedia a rotelle, il sintetizzatore vocale che prende il posto della voce, il mouse del computer per comunicare. E la lotta per la libertà della ricerca, con la nascita dell’associazione che porta il suo nome. Muore il 20 febbraio 2006.