Lotta in famiglia tra 500 e Lancia Y

nostro inviato

a Cernobbio (Como)

Nel gruppo Fiat si preannuncia, dai prossimi mesi, un’appassionante guerra in famiglia. Da una parte la nuova 500, con prezzi da circa 12mila euro in su, dall’altra la piccola ammiraglia della Lancia, quella Ypsilon che insieme alla sorella maggiore Musa, consente al marchio di mantenersi su buoni livelli fino al giugno 2008, momento in cui sarà messa in vendita la nuova Delta Hpe.
«La rivalità tra 500 e Ypsilon è un problema che ci siamo posti - spiega l’amministratore delegato di Lancia Automobiles, Olivier François - ma siamo anche consapevoli che per noi si presenteranno delle opportunità, proprio grazie all’arrivo della compatta Fiat. A entrare nelle concessionarie, infatti, saranno tanti nuovi potenziali clienti che si avvicinano per la prima volta ai prodotti del gruppo. Saremo, quindi, impegnati in una vera operazione di conquista».
E proprio alla vigilia della grande kermesse dedicata alla 500 (gran gala ai Murazzi di Torino la sera del 4 luglio), François tira fuori dal mazzo il suo asso: la Ypsilon Sport MomoDesign (prezzi da 15.100 a 16.600 euro, vendite a partire dai prossimi giorni), un’auto da città caratterizzata dagli eleganti rivestimenti firmati dalla casa di design della famiglia Cattaneo. François ha anche ricordato la strategia attraverso cui Lancia si propone di vendere, nel 2010, 300mila unità nel mondo. Il piano prevede lo sbarco su nuovi mercati (Turchia, Ucraina, Repubblica ceca, Slovacchia, Finlandia e Marocco entro il 2007; Regno Unito, Giappone e Russia nel 2008). Poi arriveranno i modelli: Delta Hpe, quindi le nuove Ypsilon, Musa, Phedra e una vettura «specialty».