Lotterie: non ritirate vincite per sette milioni

Roma. Centottanta: tanti sono i giorni passati dal 3 ottobre 2005, data in cui sulla Gazzetta Ufficiale era stato pubblicato il bollettino con il numero e la serie del biglietto vincente il primo premio della Lotteria Nazionale della Regata Storica di Venezia. Il fortunato ma sbadatissimo possessore del biglietto serie A 05966 ha avuto 6 mesi di tempo per presentare il tagliando vincente e richiedere il premio, ma non essendosi fatto avanti i 500 mila euro torneranno nelle casse dello Stato e si aggiudicheranno il poco invidiabile primato di prima vincita non riscossa del 2006. Che gli italiani siano dei giocatori distratti, è un dato confermato anche dagli anni passati. Nel 2005, alcuni vincitori delle Lotterie Nazionali hanno infatti «perso» circa 1 milione e 250 mila euro: 745 mila derivanti da premi non ritirati alla Lotteria Italia 2004-2005, tra i quali spiccava quello da 300.000 euro (venduto a Chieuti in provincia di Foggia) ed altri 500.000 euro relativi al primo premio della Lotteria del Carnevale di Viareggio. Nel biennio 2003-2004, invece, non sono stati riscossi premi per oltre 5,1 milioni di euro. Nel dettaglio, nel 2003 gli appassionati hanno dimenticato vincite alle Lotterie per 3,96 milioni di euro, mentre nel 2004 per 1,16 milioni. Con l'ultima vincita non riscossa, in poco più di 3 anni gli italiani hanno dimenticato di incassare 6,8 milioni di euro.