Lottomatica, 4 miliardi per GTech

Il nuovo colosso dei giochi sarà operativo in 100 Paesi e avrà oltre 6mila dipendenti

Maddalena Camera

da Milano

Lottomatica sbarca in Usa e diventa il maggior operatore al mondo nel settore delle lotterie. La controllata dal gruppo De Agostini ha deciso infatti di acquisire il 100% di GTech Holdings, specializzata nel settore delle lotterie, dei giochi e dei servizi, in un’operazione da 4 miliardi di euro.
Il prezzo offerto per ogni azione GTech è pari a 35 dollari (29,04 euro) ed il perfezionamento dell’operazione è previsto per il prossimo giugno. Per quella data Bruce W. Turner, 46 anni, attuale amministratore delegato di GTech prenderà le redini di Lottomatica ricevendo tutte le deleghe operative dall’attuale Ad Rosario Bifulco che, dopo quattro anni, lascerà la società. Lottomatica grazie all’acquisizione potrà contare su un fatturato aggregato di 1,6 miliardi di euro, operazioni in 100 Paesi e circa 6.300 dipendenti. Inoltre, dato che Turner resterà negli Usa, Marco Sala, attuale direttore generale e consigliere di Lottomatica, sarà l’amministratore delegato per le attività italiane. Il direttore finanziario sarà invece il Cfo di GTech Jaymin Patel.
L’acquisizione, che verrà realizzata mediante la fusione di una società veicolo in Gtech, porterà al pagamento in contante degli azionisti, mentre il titolo sarà ritirato dal listino Usa.
Lottomatica finanzierà parte l’acquisizione attraverso risorse finanziarie disponibili per 400 milioni di euro e tramite un aumento di capitale da 1,4 miliardi previsto per maggio di cui sottoscriverà la propria parte per 800 milioni. È previsto poi un prestito obbligazionario non convertibile subordinato da 750 milioni con scadenza a 60 anni destinato a investitori istituzionali, mentre alla società veicolo sarà erogato un prestito bancario da 1,9 miliardi, garantito da Lottomatica e organizzato da Goldman Sachs e Csfb, che si assumono l’impegno di sottoscrivere anche eventuali obbligazioni non collocate. «Lottomatica - ha spiegato Lorenzo Pelliccioli amministratore delegato di De Agostini - manterrà un rating societario di tipo “investment grade”, continuerà a distribuire dividendi e a fare nuovi investimenti».
Quanto al nuovo amministratore delegato Bruce Turner si aspetta sinergie tra le due società per 100 milioni di euro. Inoltre, secondo Turner non ci dovrebbero essere problemi di gestione tra gli Stati Usa e la nuova proprietà estera dell'operatore delle lotterie.
Sul fronte finanziario Lottomatica è stata sospesa dalle negoziazioni per l’intera seduta mentre GTech ha ceduto lo 0,15% a 33,45 dollari. Standard & Poor's ha posto sotto osservazione con implicazioni negative il rating a lungo termine della società italiana, «BBB» e quello a breve termine, «A-2». «Nonostante le dimensioni dell’accordo, alla chiusura dell'operazione prevediamo di abbassare di poco i nostri rating su Lottomatica a “BBB-” e a “A-3”, con outlook stabile» ha spiegato l’analista di Standard & Poor's Guy Deslondes.