La Lottomatica scommette su Hutson

Seconda lo scorso anno dietro l’ormai invincibile Siena, la Lottomatica stavolta ci si è messa di buzzo buono per replicare una stagione da applausi e per riuscire - magari - a rendere pan per focaccia al sodalizio toscano campione d’Italia per il secondo anno consecutivo. E qui va subito sottolineato l’impegno dello staff del presidente Claudio Toti sul mercato, dal quale sono arrivati cestisti (lo sloveno Sani Becirovic, ventisettenne guardia tiratrice di 196 centimetri, proveniente dal Panathinaikos ma con un passato italiano a Bologna, città della moglie, e Varese; il connazionale Primoz Brezec, pivot di 216 centimetri e quasi 29 anni e con in curriculum otto anni di Nba e un premio come rivelazione Nba nel 2005; e la promessa americana Brandon Jennings, guardia di 19 anni e 185 centimetri che ha preferito l’Europa all’Nba) che hanno già riscaldato i fan della Virtus romana, che si radunerà il prossimo 20 agosto. Buon ultimo approdo, quello dell’ala americana Andre Hutson, pronto a griffare un accordo annuale: Hutson proviene dall’Efes Pilsen e ha già giocato nel campionato italiano nella stagione 2001-02 con la maglia del Basket Napoli. Statunitense di Trotwood (Ohio), dove è nato il 12 gennaio 1979, rappresenta il quarto acquisto per la prossima stagione e c’è chi è pronto a scommettere sulle sue capacità. «Hutson è un giocatore di grande esperienza - ha spiegato il general manager della Virtus Roma Dejan Bodiroga - ha un buon tiro, ottime mani e fa bene a rimbalzo». Secondo Bodi, lo yankee Andre «è un giocatore che gioca come quattro ma può aiutarci anche ricoprendo il ruolo di cinque. In più ha dimostrato di essere un giocatore di grande continuità e l’anno scorso all’Efes ha fatto un’ottima stagione. Sarà molto utile alla Virtus del prossimo anno».
Siamo schietti: trascorsi a parte, bisognerà osservare l’affidabilità di Hutson sul parquet prima di esultare, ma il fatto stesso che il giocatore abbia preso parte all’All Star Game greco (nel 2005 e nel 2007; e, per la cronaca, in questa seconda occasione ha vinto il titolo come miglior giocatore) e al Fiba EuroCup All Star Game 2007, non può che rallegrare chi crede nel futuro del club della capitale, che sarà impegnato in campionato e in Eurolega. La stagione italiana comincerà domenica 5 ottobre, con la banda-Repesa impegnata in casa contro quelli del Basket Napoli; l’unica sosta, a parte quella per la Final Four di Euroleague che si disputerà a Berlino dal 1° al 3 maggio 2009, è prevista per la Tim Cup Final Eight che si disputerà alla «Futurshow Station» di Casalecchio dal 18 al 22 febbraio 2009. «È difficile commentare il calendario della prossima stagione», ha sintetizzato coach Jasmin Repesa, pronto a ribadire quasi con lo stesso fare dell’ineguagliabile Vujadin Boskov che «alla fine, quello che conta è vincere: è banale dirlo, ma se vinci, il calendario sembra più facile». Chiusura di sipario sul debutto in Eurolega, che avverrà a Berlino contro l'Alba (il 23 ottobre).