La Lottomatica è spietata: travolta Udine

Vittoria 93-64 in una partita mai in bilico Cinque romani in «doppia cifra»

La Lottomatica ritrova il sorriso anche in campionato, dopo lo storico (ma probabilmente inutile) successo contro i campioni europei del Panathinaikos e travolge la Snaidero Udine al Palalottomatica, conservando il secondo posto alle spalle della corazzata Siena, che l’aveva sconfitta nel turno precedente. 93-64 il risultato finale di una partita mai in discussione. Davanti a 4.124 spettatori paganti i romani partono forte e dopo tre minuti sono già sull’8-2 grazie a due triple firmate Gabini e Ray e a un canestro da sotto di Lorbek. Poi i friulani di Pancotto si riavvicinano ma solo temporaneamente: con un break di 11-0, un Fucka in grande spolvero e le mani calde nei tiri da tre di Ukic e Gabini (a fine partita la percentuale delle «bombe» sarà del cinquanta per cento con un impressionante 13 su 26. Per dire, la Snaidero si fermerà a un deprimente 6 su 38) gli uomini di Repesa allungano decisamente e vanno sul 23-10. Due liberi di Allen interrompono la serie, subito ripresa da Lorbek (due liberi a segno) e da Ukic (un canestro da sotto e un tiro da libero). Sulla prima sirena Roma è avanti 28-12. Quando si riprende Udine è più combattiva ma ai canestri da fuori di Allen e Sales rispondono con gli interessi le triple di Gabini e Giachetti che mantengono i friulani a meno della metà del punteggio. E al 14’ un canestro di Giachetti segna quello che fino a quel momento è il massimo vantaggio dei capitolini: 36-17, quindi +19. Vantaggio che si assottiglia nei minuti successivi fino al +13 dell’intervallo (45-32), con Roma che mette a referto anche i primi punti di Stefansson e Hawkins. Si torna il campo e la Lottomatica ci mette poco ad «ammazzare» il match: in dieci minuti il vantaggio sale fino al 76-44 del terzo quarto. E gli ultimi dieci minuti sono buoni solo per perfezionare il tabellino, con Udine che riesce a tenere lo svantaggio sotto i trenta punti e Roma che perde Gabini e Hawkins per cinque falli, a dimostrazioni che malgrado il punteggio acquisito la grinta c’è stata fino in fondo. Buona la prestazione collettiva, con ben cinque giocatori in doppia cifra: Ray 15 punti, Lorbek e Ukic 14, Gabini e Stefansson 12. A punti anche Giachetti (9), Fucka e Hawkins (6) e Bagnoli. Va cercato nella Snaidero il miglior marcatore di giornata: Allen con 17 punti. Detto dell’efficienza dei tiratori da tre, che hanno scavato il solco tra le due squadre, la Lottomatica è stata perfetta anche dalla lunetta (14 su 16) laddove invece la Snaidero ha sprecato molto (16 su 26).