Da Lou Reed a Bach, ecco la stagione Iuc

Il rettorato della Sapienza sta studiando l’ipotesi di istituire un’orchestra propria

Duccio Pasqua

Da Bach a Elio. La nuova stagione musicale dell’Istituzione universitaria concerti della Sapienza si annuncia multiforme, in bilico tra classico e moderno, tra grandi nomi e giovani talenti. Si aprirà martedì 17 ottobre con l’esibizione di un nome di spicco del rock italiano, che sempre più spesso si dedica a repertori colti. L’artista in questione è Elio, cantante-flautista del gruppo «Elio e le Storie Tese», che interpreterà canzoni di Bertolt Brecht e Kurt Weill, tratte dall’Opera da tre soldi e da Happy End, e soprattutto offrirà la prima esibizione romana del Frankenstein di HK Gruber, che lo stesso compositore tedesco definisce «un mix di ironia caustica e humour nero tra Berg e Stravinsky, i Beatles e il Kabarett di Weimar». Elio inaugurerà il ciclo «Minerva», caratterizzato da concerti più trasgressivi, e sarà accompagnato dall’Ensemble Modern diretto da Danilo Grassi. Il ciclo «Calliope», più classico, prenderà il via sabato 21 ottobre e vedrà protagonista il direttore e violinista Vladimir Spivakov. Lui e i suoi Virtuosi di Mosca interpreteranno composizioni di Rossini, Vivaldi, Bach e Cajkovskij. Tra gli eventi più rilevanti della stagione della Iuc spicca Il naso, opera in tre atti di Sostakovic, che sarà rappresentata il 28 novembre al teatro Olimpico. L’aula magna della Sapienza ospiterà anche il maestro del clavicembalo Trevor Pinnock; il trio del sassofonista jazz Evan Parker, che festeggia i 35 anni di attività; il gruppo tedesco Zeitkratzer, che al debutto italiano porta in scena la «Metal Machine Music» di Lou Reed, in «una performance che unisce stili diversi oltre il muro del suono»; il violinista Salvatore Accardo, che sarà accompagnato alla viola dal suo allievo Giuseppe Russo Rossi. Interessanti anche le contaminazioni con il cinema: l’Ensemble Sillage musicherà dal vivo due lungometraggi di Jean Vigo e Luis Bunuel, mentre l’orchestra sinfonica di Sanremo, diretta da Antonio Ballista, interpreterà le partiture scritte per alcuni film di Hitchcock.
Gli iscritti alla Sapienza possono acquistare con 20 euro la tessera Uni-Iuc, che permette l’accesso gratuito a tutti gli eventi in programma. Intanto il rettorato sta studiando la possibilità di istituire l’orchestra e la banda della Sapienza. L’intenzione è di far scrivere anche l’inno ufficiale dell’ateneo romano. Tutte le informazioni sul programma della stagione e su biglietti e abbonamenti sono disponibili sul sito www.concertiiuc.it. Info: 06.3610051.