Lucarelli: addio Livorno, giocherà in Ucraina 

Contratto di tre anni a quattro milioni di euro netti a stagione per il centravanti capitano degli amaranto. Lucarelli giocherà la Champions League con gli ucraini. Spinelli, che con il bomber ha litigato spesso, porta a casa 8 milioni per il cartellino. Il saluto della società: "Capitano esemplare"

Livrono - Ha firmato nella notte. Cristiano Lucarelli, bomber, capitano, bandiera della squadra e simbolo della città, lascia il Livorno per l’Ucraina. Dopo tanti tira e molla con il presidente Spinelli, anche nel corso della stagione scorsa, Lucarelli ha deciso di andarsene, quando ormai le divergenze sembravano rientrate. La trattativa che ha portato il centravanti alla Shaktar Donetsk si è conclusa nella notte quando l’ormai ex numero 99 amaranto ha firmato un contratto di tre anni a 4 milioni di euro netti a stagione. Al Livorno vanno 8 milioni di euro in contanti per la cessione del cartellino. Non esattamente una scelta dettata dal cuore per il centravanti che, in passato, era stato apprezzato dalla tifoseria livornese e dagli appassionati per aver rinunciato a una somma cospicua dal Torino per fare ritorno a casa. Da quell'esprienza era nato anche un libro: "Tenetevi il miliardo", scritto dal suo procuratore Carlo Pallavicino.

Il saluto della società Il Livorno saluta Cristiano Lucarelli, "capitano e professionista esemplare". Il club toscano rende omaggio all’attaccante, ceduto agli ucraini dello Shakhtar Donetsk. "Il Livorno  - si legge sul sito della società - ringrazia Lucarelli, capitano e professionista esemplare, per le molteplici emozioni trasmesse nelle quattro stagioni in cui ha indossato la maglia amaranto. Con le sue 93 reti, è stato il secondo cannoniere nella storia del Livorno ed il vincitore della classifica realizzatori della serie A 2004-'05, ha contribuito in maniera determinante, alla conquista della storica promozione in A, alle tre salvezze consecutive in massima serie ed alla partecipazione nella Coppa Uefa 2006-07. Il presidente Spinelli saluta con affetto il giocatore e l’uomo, esprimendo gratitudine per tutto quanto ha saputo dare alla squadra in questi anni. Al calciatore l’augurio più sincero di un felice proseguimento di carriera e di vita".