Lucarelli affonda la Fiorentina

da Livorno

Un gol del solito Cristiano Lucarelli basta al Livorno per aggiudicarsi il derby e far sprofondare sempre più la Fiorentina, che riparte con molti problemi e una classifica che fa spavento. Dopo la sconfitta odierna, la seconda consecutiva, i 19 punti di penalizzazione rischiano di pesare sempre più. Alla fine il pubblico livornese ha urlato all'indirizzo di Toni e compagni «Serie B serie B»: la stagione è ancora all'inizio ma Prandelli e i suoi, oltre alla società, devono compattarsi per analizzare la situazione e correre quanto prima ai ripari. Prandelli sostiene che la crisi è soprattutto mentale, troppa pressione a causa della penalizzazione. Fiorentina anche un po’ sfortunata, al 25’ un contrasto fra Balleri e Toni avrebbe dovuto essere punito con il rigore. E nella ripresa Mutu (34'), comunque fra i più vivaci, ha colpito la traversa di testa e Amelia s'è fatto applaudire per alcuni provvidenziali interventi, come la gran botta da fuori area di Liverani (43') respinta con la punta delle dita. In casa viola, nel finale di gara, in molti hanno parlato di sconfitta immeritata ma il Livorno, con una prova diligente ha portato a casa i tre punti senza dare scandalo, costringendo addirittura il suo presidente Spinelli a chiedere scusa ad Arrigoni, criticato pesantemente prima della gara per certe scelte di formazione, fuori Danilevicius, Morrone e Pfertzel (gli ultimi due subentrati solo nel finale) inserendo Bakayoko, Vigiani, Pasquale, Balleri mentre l'iraniano Rezaei, al debutto, ha avvicendato lo squalificato Kouffour. Il gol-partita al 13' della ripresa: angolo di Passoni e colpo di testa vincente di Lucarelli che ha spiazzato prima Dainelli poi Frey.