Lucarelli: «Ho un dossier per il ct»

nostro inviato a Milanello

Cristiano Lucarelli, nell’Ucraina giocano 7 suoi compagni dello Shakhtar, ha già fatto rapporto al ct?
«Donadoni mi ha chiesto informazioni. Il migliore? Glidko, ha 20 anni e per gli ucraini è il nuovo Shevchenko».
Il ct è sotto pressione.
«La vita facile in nazionale l’hanno avuta in pochi».
Qual è il valore dell’Ucraina?
«Sono tosti. Gli regaliamo 6 giornate di campionato, fortuna che non farà caldo».
Che cosa l’ha sorpresa del calcio ucraino?
«Ero pieno di luoghi comuni. Invece ci alleniamo in un centro sportivo stupendo e viaggiamo su un aereo privato».
Come l’hanno accolta?
«Con sorpresa, un italiano che va a giocare da loro...».
Difficoltà particolari?
«In campo faccio battute e rido da solo, nessuno mi capisce».
Pronto a segnare ai suoi nuovi «amici»?
«Spero di farmi qualche antipatia».
Lucarelli contro Sheva: l’avrebbe mai detto?
«L’Italia, la Champions: mi sto levando la sete in vecchiaia».
Lucarelli, meglio fare il centravanti o l’editore?
«Il pallone è il mio lavoro. Col giornale voglio dare nuova linfa a Livorno. Ci ho messo 2 milioni di euro, ho assunto 10 giornalisti disoccupati, una grande soddisfazione».
Sabato ha preso un bel 5,5 dal suo giornale.
«Ho già mandato una lettera di proteste all’editore...».