Lucarelli padrone: fa e disfa

Il bomber amaranto segna e causa il rigore del pari

Alessandro Santarelli

da Livorno

Finisce in parità il derby tra Livorno e Siena, un risultato che alla fine accontenta tutti, anche se gli amaranto recriminano, e non poco, per tre episodi dubbi avvenuti nell'area di rigore bianconera. Il Siena, ben messo in campo da Di Canio, ha creato diversi problemi alla retroguardia del Livorno, ieri non impeccabile, e c'è voluto il miglior Amelia per evitare guai peggiori. Tuttavia il Livorno, dopo esser passato in svantaggio al 7’ del primo tempo con un gol di Locatelli, lasciato colpevolmente libero nel cuore dell'area di rigore, è riuscito a ricostruire la partita, e prima con Morrone, arrivato al suo quinto gol stagionale, e poi con il solito Lucarelli, autore di un preciso colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo ad avvio di ripresa, ha ribaltato la situazione, portandosi sul 2-1.
Il Siena ha avuto il merito di crederci ancora, e da un cross di Chiesa, è arrivato il calcio di rigore, per fallo di mano da parte di Lucarelli. Lo stesso Chiesa, dopo le vibranti proteste dei giocatori amaranto, trasformava il penalty. Episodio che ha fatto discutere, così come l'atterramento di Morrone in area bianconera, e il presunto tocco di mano di Portanova, avvenuto nel tentativo di fermare Lucarelli in piena progressione a pochi passi da Mirante.