Lucarelli rientra e segna Livorno ritrova il sorriso

Alessandro Santarelli

da Livorno

Ci ha pensato Cristiano Lucarelli a risolvere favorevolmente per il Livorno la gara con la Reggina. Un diagonale preciso, dopo aver lasciato sul posto De Rosa, arrivato a 3 minuti dalla fine, quando ormai il pareggio sembrava cosa fatta. Non è stata una bella partita anzi, con i calabresi, ben messi in campo dall'ex Walter Mazzarri, più abili però a distruggere che non a costruire. Inoltre il Livorno è rimasto in 10 al 28’ del primo tempo, per l'espulsione di Morrone, reo di aver colpito a gioco fermo Tedesco. Si tratta della terza espulsione consecutiva per i giocatori toscani, un dato che deve far riflettere. Due le svolte della gara nella ripresa. L'ingresso in campo di Lazetic, al posto di uno spento Bakaioko e l'espulsione, tanto ingenua quanto grave, di Mesto, che era stato ammonito appena tre minuti prima. Ristabilita la parità numerica, il Livorno ha avuto il merito di crederci fino in fondo, mentre i calabresi hanno dato per scontata la partita troppo presto. Hanno fatto discutere due decisioni arbitrali, un rigore non assegnato a Cristiano Lucarelli, e un gol annullato per fuorigioco a Nicola Amoroso.