Lucca Comics: la passione del fumetto tra tavole e grandi ospiti

Il palazzo Ducale, nel cuore della manifestazione, è la nuova sede delle otto mostre
espositive di Lucca Comics, la rassegna internazionale del fumetto

Lucca - Il palazzo Ducale, nel cuore della manifestazione, è la nuova sede delle otto mostre espositive di Lucca Comics, la rassegna internazionale del fumetto (guarda il sito). Si va da un omaggio monografico ad uno dei grandi del fumetto italiano, Paolo Bacilieri, autore eclettico dallo stile unico, capace di spaziare da opere surreali come Barokko e Zenoporno fino alle collaborazioni con Bonelli (Napoleone), a Daniele Caluri, toscano dalla matita particolarmente graffiante, esploso sulle pagine de Il Vernacoliere per poi approdare allo storico Martin Mystere, senza dimenticare l’enorme successo riscosso dal suo irriverente e caustico Don Zauker.

È poi il turno del tratto di Riccardo Burchielli e del visionario sceneggiatore Brian Wood che in DMZ narrano una guerra civile tra il governo USA e gli stati secessionisti, definiti Stati Liberi, pubblicata dalla Vertigo per la DC Comics. Particolare anche lo sguardo alle tendenze del fumetto russo contemporaneo, con una collettiva, realizzata in collaborazione con l’agenzia Tomatofarm, che rappresenta una realtà vivacissima fatta di giovanissimi autori che attingono agli stili più disparati con un’assoluta libertà espressiva: un linguaggio che trae spunti da mondi e stili apparentemente lontani tra di loro, dove le influenze dei manga giapponesi coabitano elegantemente con lo stile francese o il fumetto americano. Il tutto legato alla tradizione dell’illustrazione russa.

Non solo fumetti Non solo tavole esposte, ma anche ospiti di rilievo accompagneranno questa mostra: saranno infatti presenti, nel corso della manifestazione: Nikolaj Maslov, autore dell’acclamato Siberia; Tomatozombie, che sta realizzando una graphic novel scritta e sceneggiata da Melissa Panarello; Namida che ha da poco iniziato la sua collaborazione con la scrittrice Carolina Cutolo. Saranno esposte anche le tavole della disegnatrice Rei adattate dalla scrittrice Pulsatilla. Queste opere saranno presentate a Lucca Comics con la partecipazione delle tre scrittrici italiane. Quindi un viaggio nel tempo con Murena, best seller del mercato francofono, creato dai belgi Jean Dufaux (testi) e Philippe Delaby (disegni): ambientato nella Roma imperiale, il fumetto narra l’ascesa al potere ed il regno di uno dei personaggi più controversi della storia antica, Nerone. E sempre di storia e condottieri controversi, si parla nelle tavole dell’autrice di shoojo manga, Fuyumi Soryo: attraverso i successi di Mars e ES, spazio anche alle tavole del suo ultimo capolavoro basato sulla figura di Cesare Borgia.

I 40 anni di Corto Maltese Ci sarà spazio anche per i 40 anni di Corto Maltese con la mostra L’ora di Corto. In viaggio con Swatch nei 40 anni di Corto Maltese, in collaborazione con Cong SA: un lungo viaggio attraverso la creazione di un mito fumettistico ovvero Corto Maltese. Infine non poteva mancare un omaggio a Julia, la criminologa creata da Giancarlo Berardi per la Sergio Bonelli Editore, che proprio quest’anno compie dieci anni: visivamente ispirata a Audrey Hepburn, Julia è una detective la cui straordinaria sensibilità la rende in grado di penetrare i recessi della mente dei criminali più pericolosi. Le mostre resteranno aperte fino al 4 novembre e sono tutte a ingresso libero.