Lucchini vende e incassa 21 milioni

Gemina

I Lucchini escono dall’azionariato di Gemina cedendo la loro partecipazione dell’1,71% ad alcuni soci del patto di sindacato (a esclusione di Mediobanca). Dopo aver notificato la disdetta dal patto della finanziaria milanese nel giugno scorso, la Sinpar holding, secondo Radiocor, ha venduto le azioni che ancora deteneva in portafoglio a 3,4 euro (ieri Gemina ha chiuso con un prezzo ultimo di 3,15 euro), incassando oltre 21 milioni di euro. Giuseppe Lucchini, numero uno di Sinpar, allora si era premurato di sottolineare che la decisione non era legata ad alcun dissidio, né discussione in corso con altri soci. Ma la struttura di controllo della finanziaria era sostanzialmente cambiata con l’ingresso in Gemina di Clessidra ed Edizione Holding.