Bergamo Alta, luci e suoni fra monumenti e palazzi

Dal 7 al 25 settembre l’evento “Città Alta by Light” proposto da Clay Paky: cinque installazioni scenografiche fra luci, immagini e suoni nel centro storico in occasione della manifestazione internazionale “I Maestri del paesaggio”

Scenografie luminose che trasformano in emozione monumenti e palazzi storici nel centro di Bergamo Alta, racconto e lettura spettacolari che andranno in scena nella splendida città d’arte lombarda dal 7 al 25 settembre, in occasione della rassegna internazionale I Maestri del paesaggio. E’ Città Alta by Light, evento proposto da Clay Paky, l’azienda bergamasca che fa parte della multinazionale Osram ed è leader mondiale nella produzione di proiettori automatizzati professional show lighting che portano la magia della luce nei più grandi show televisivi, spettacoli teatrali e grandi eventi pubblici in tutti i Continenti.

L’azienda festeggia così i suoi 40 anni, con un emozionante percorso scandito da cinque installazioni di illuminazione scenografica dislocate a Porta San Giacomo, Torre della Campanella, Piazza Vecchia, Torre del Gombito e Piazza Mercato delle scarpe per una rappresentazione son et lumière che avvolgerà le facciate degli edifici tra forza evocativa della luce, delle immagini e della musica che racconteranno la bellezza della natura selvaggia in una dimensione di sogno e di incanto fra tesori d’arte unici con il design “firmato” dallo scenografo teatrale Sebastiano Romano.

"Tutte le installazioni – spiega Pio Nahum, amministratore delegato di Clay Paky - vogliono esaltare, attraverso la luce, le bellissime architetture esistenti creando un percorso culturale e non solo spettacolare. Valorizzando le caratteristiche storiche dei luoghi dove saranno create le installazioni e le spettacolari scenografie, Clay Paky dimostra ancora una volta la propria attenzione al territorio e alla sua cultura”.

Non solo, Clay Paky propone anche all’interno di Casa Suardi - sede dell’Ateneo in Piazza Vecchia - altre due iniziative che promuovono la cultura della luce: una mostra che racconta il MoMS - il nuovo museo dedicato al Modern Show lighting realizzato dall’azienda nella propria sede di Seriate – e la proiezione dei filmati vincitori delle tre edizioni del concorso video internazionale Riprenditi la città, Riprendi la luce, organizzato da AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione), con il supporto dell’azienda bergamasca, dove i giovani under 30, con un loro video di 60 secondi, hanno raccontato la luce e le città. La mostra e le proiezioni saranno aperte al pubblico tutti i giorni, dal 7 al 25 settembre, dalle 09.30 alle 18.30 con orario continuato.

Il MoMS, realizzato da Clay Paky nella sede di Seriate (via Pastrengo 3/B, Bergamo) è il primo museo europeo specificamente dedicato alla luce intesa come strumento che crea emozioni e non solo come mero oggetto funzionale della fisica. Uno spazio espositivo ideato per far conoscere il carattere ludico, teatrale, evocativo di questo importante elemento nel quale il visitatore è guidato alla scoperta dei cosiddetti “effetti luce”, strumenti tecnologici usati dai lighting designer. Lungo il percorso interattivo e multimediale, la luce è protagonista e avvolge lo spettatore con suggestivi effetti scenografici dal forte impatto emotivo. Nel museo sono rappresentati tutti i settori in cui la luce scenografica è un elemento fondamentale: concerti, musical teatrali, show televisivi, discoteche, attrazioni nei parchi a tema, esposizioni, eventi inaugurali, installazioni e interventi di arredo urbano.
Il museo dispone di un archivio storico e di un sito web (www.moms-museum.org) e si propone come location per l’organizzazione di seminari e corsi di formazione dedicati ai professionisti dell’illuminazione scenografica, agli studenti degli istituti professionali e universitari, ma anche agli appassionati di un settore in continua evoluzione che coniuga l’emozione con la tecnologia più evoluta. L'accesso è gratuito.