Luci da film sulla Statale, largo Richini pedonale

I fondi pubblici sono insufficienti, per pagare i restauri dell’ateneo da fine mese saranno appesi cartelloni pubblicitari sulle facciate

Filari alberati e aiuole lungo via Bergamini, bike sharing in piazza Santo Stefano, luci d’autore accese sull’università Statale, per valorizzare la bellezza dell’edificio la cui prima pietra fu posata addirittura nel 1456. Il Comune ripensa all’area intorno a via Festa del Perdono, a due passi dal Duomo. Le linee guide del restyling sono già state scritte dall’assessorato all’Arredo urbano - in coordinamento con il settore Trasporti, Mobilità e con l’Atm - e inserite nel Piano triennale delle opere pubbliche 2008-2010, un passaggio che rende più corta la strada per i finanziamenti, le gare pubbliche e i cantieri. Anche se non è escluso il ricorso agli sponsor privati, sempre benvoluti da Palazzo Marino.
La mappa della riqualificazione disegna ad esempio una pavimentazione in lastricato lungo tutta la via Bergamini, con un filare di alberi di media grandezza, nuova illuminazione e la riorganizzazione dei parcheggi verso via Larga, possibilmente creando aiuole e dunque più verde. Sull’intero asse, verranno inseriti elementi di arredo (panchine, cestini, ecc.).
In via Festa del Perdono, la parola d’ordine è valorizzare la sede dell’ateneo: «Di notte - spiega l’assessore all’Arredo urbano Maurizio Cadeo - vogliamo accendere luci scenografiche sulla facciata dell’edificio, come abbiamo scelto di fare ad esempio in piazza Mercanti o piazza Scala». E l’assessore Cadeo assicura che Palazzo Marino si impegnerà per rendere più belli anche gli altri edifici universitari di valore della città.
In realtà, parte della Statale dalla fine di settembre sarà ricoperta da cartelloni pubblicitari, perché proprio grazie agli spot l’ateneo riuscirà così a compiere i restauri non più rinviabili e per i quali i soldi pubblici non bastano.
Tornando a quanto prevede il Piano delle opere pubbliche sulla zona, anche nella parte nord di largo Richini ci sarà particolare attenzione agli arredi, con la sostituzione e l’aumento di panchine e cestini nei giardini. Sul lato sud, l’intenzione del Comune è di creare una passeggiata da via Santa Caterina verso Porta Romana, con un’estensione dell’area verde, con stalli del bike sharing per chi vuole proseguire sulle due ruote. Arrivando da via Pantano e largo Richini invece grazie a una nuova illuminazione verrà enfatizzata la visuale della chiesa di San Nazaro.
Pronta infine la riqualificazione in piazza Santo Stefano, con più verde pubblico e la riorganizzazione dei parcheggi, gli stalli del bike sharing e la valorizzazione delle facciate della Chiesa di Santo Stefano e San Bernardino.