Luci spente per salutare Anne Bancroft

da New York

Le luci di Broadway si sono spente ieri notte per rendere omaggio a Anne Bancroft, l’indimenticabile Mrs. Robinson del Laureato scomparsa lunedì scorso a 73 anni. I familiari dell’attrice hanno reso noto che i funerali si terranno in forma privata. Nota al grande pubblico per aver interpretato nel Laureato il ruolo di Mrs Robinson, la madre che seduce Benjamin Braddock, il fidanzato della figlia interpretato da Dustin Hoffman, la Bancroft, nella vita moglie dell’attore e regista Mel Brooks, aveva vinto un Oscar nel 1962 come miglior attrice protagonista per Anna dei miracoli.
«Una combinazione di intelligenza, humour, sincerità e sensibilità come nessun'altra attrice». È il ricordo di Mike Nichols, che diresse la Bancroft nel Laureato. «La sua bellezza - ha detto il 74enne regista di origine tedesca in un comunicato - era costantemente capace di adattarsi ai ruoli che interpretava. Era un’attrice esperta che sapeva cambiare radicalmente per ogni parte».
Anche Franco Zeffirelli ha voluto ricordare l’attrice, da lui diretta nel ruolo di Maria Maddalena nel suo Gesù di Nazareth. «Con Anne Bancroft ho vissuto uno dei periodi più belli della mia vita, nella New York della fine degli anni ’60. Mi mancherà e pregherò per lei. Ci conoscemmo a New York. Io arrivai lì sulla scia di Romeo e Giulietta e lei divenne mia amica. Negli anni successivi via via si defilò. Rifiutava anche le offerte più eccezionali. Mi sarebbe piaciuto tantissimo lavorare con lei, ma sapevo che sarebbe stato difficile. Così nel 1977, quando Liz Taylor dovette rinunciare alla parte di Maria Maddalena per motivi di salute mentre io ero già in Marocco per le riprese, mi prese il panico e pensai subito a lei. Le telefonai paventando già una risposta negativa. Le dissi: non mi rispondere subito. E lei, sorprendendomi, rispose: invece ti rispondo subito, ti dico di sì. Per me fu una felicità immensa. Credo che fu la sua radice cattolica italiana a farle dire di sì. Le piaceva l'idea di interpretare Maria Maddalena. E sul set fu perfetta. Da allora ci siamo visti di rado, ma mi era sempre molto grata perché diceva che quel film e io le avevamo lasciato un buon ricordo».