Lucy Liu supervampira a caccia di vendetta

Vampirismo e horror sono diversi. L’horror è fine a se stesso, privo di fascino se non quello che specula sull’inconscio collettivo quando questo pretende la sua porzione di perversione. Il vampirismo è un’invenzione letteraria che si nobilita, con ricorsi all’architettura gotica, di vicende che hanno un forte valore metaforico. È il caso di La setta delle tenebre, avvincente e privo di manomissioni tecnologiche. Vale il racconto, con l’affascinante Lucy Liu, vittima e carnefice di chi l’ha costretta alla condizione di vampira. La vendetta è il tema centrale, con qualche incongruenza, ma la vicenda regge, poggiando sulle atmosfere, sull’erotismo e sulla presenza della Liu di cui si può dire che «buon sangue non mente».

LA SETTA DELLE TENEBRE di

Sebastian Gutierrez (Usa, 2007), con Lucy Liu, Michael Chiklis. 95 minuti