Lufthansa raddoppierà a Malpensa

da Milano

Buone notizie per Malpensa. Lufthansa si appresterebbe ad annunciare un forte incremento della propria attività sullo scalo, dove già dalla stagione estiva esordirebbe con voli intercontinentali verso gli Stati Uniti. Fonti confidenziali parlano, a regime, di «quasi raddoppio» dei collegamenti della compagnia. L’investimento della compagnia tedesca sullo scalo è favorito dallo stato d’incertezza che tuttora avvolge il futuro di Alitalia, la quale si appresta a contrarre pesantemente la propria attività a Malpensa; inoltre, in una contestualità temporale favorevole all’aeroporto, il 1º aprile entrerà in vigore il trattato «cieli aperti» tra Unione europea e Stati Uniti, in base al quale le compagnie europee potranno collegare gli Stati Uniti da qualunque aeroporto europeo. Lufthansa - che forse non sarà la sola - intende cogliere l’opportunità e venire a offrire i suoi servizi di lungo raggio direttamente in Italia, valorizzando Malpensa come propria base. Sul fronte Alitalia va segnalato un incontro, ieri sera, tra il presidente del Consiglio Prodi, il ministro dell’Economia Padoa Schioppa e il sottosegretario Tononi, preparatorio al confronto, previsto per oggi, con i sindacati a Palazzo Chigi; la privatizzazione, con gli annessi esuberi, Az Servizi e Malpensa saranno al centro dei colloqui. Per la prossima settimana è di nuovo atteso in Italia Jean Cyril Spinetta, il «promesso» acquirente.