A luglio appuntamento con «Spoletoscienza»

Aumenta l’attesa per la prossima edizione di Spoletoscienza che si terrà a luglio al Chiostro di San Nicolò. Un appuntamento importante per la città umbra, nato nel 1989 come sezione aggiunta al cartellone del Festival dei Due Mondi, a cui la Fondazione Sigma-tau riserva grande impegno. Ultimo esempio il grande evento organizzato per lo scorso anno - «Alterando il destino dell’umanità», durante il quale sono state discusse quelle ricerche che stanno per produrre un drammatico cambiamento nel destino dell’umanità.
Nei laboratori dei fisici, in quelli della biologia, tra i genetisti stanno nascendo infatti le premesse per un cambio di passo: nanotecnologie, velocità e quantità dell’informazione immagazzinata e trasmessa, caratteristiche del web, ingegneria genetica, modificazioni ambientali, tutto sembra indicare l’eventualità di scenari futuri nei quali il destino dell’uomo subirà, al minimo, un processo d’accelerazione prepotente. É pur vero, magari, che gli storici che guarderanno al nostro tempo tra 500 anni non vedranno una fenomenale discontinuità e anzi potrebbero ricostruire una o più linee di stabile permanenza ma non c’è dubbio che, allo stato presente, la percezione collettiva avverte l’imminenza di una svolta, di una rottura decisa degli equilibri lungamente prodotti dall’evoluzione biologica e culturale. Ed è una svolta che propone domande alla morale, alla politica e anche all’economia. Di questa edizione di Spoletoscienza, tra qualche settimana saranno disponibili in tutte le librerie gli Atti, pubblicati come sempre dalla Laterza Editori.