Lui e Jackie, storia di un amore triste tra infedeltà e convenienza politica

La vita di coppia di John Kennedy e di sua moglie Jacqueline è stata molto tormentata. E anche questo ha contribuito a dare plausibilità all’immagine diffusa ieri. Il matrimonio ebbe luogo il 12 settembre 1953, nella tenuta del patrigno di Jackie, a Newport, Rhode Island. Fu una grande festa mondana. L'atmosfera idilliaca non durò a lungo. Jackie era infelice a causa della priorità assoluta che il marito riservava al proprio lavoro: disse che, perfino quando era a casa, Jack (come Jfk veniva chiamato) sembrava così assorto che lei sarebbe potuta «essere benissimo in Alaska». Jacqueline, ricordò Lem Billings, non era «preparata all'umiliazione che avrebbe subìto nell'essere piantata in asso a una festa, mentre tutt'a un tratto Jack scompariva con una bella ragazza». Jackie cercò di razionalizzare il comportamento del marito: «Non credo che esistano uomini fedeli alle mogli». Ma un amico di Kennedy ricordò che «dopo il primo anno di matrimonio, Jackie andava in giro con l'aria della sopravvissuta a un incidente aereo».