Lui si licenzia ma il padre invalido deve pagare

Il padre invalido deve continuare a mantenere il figlio (anche se maggiorenne) che si è licenziato, se quest'ultimo non è autosufficiente da un punto di vista economico. Lo ha stabilito la Prima sezione civile della Cassazione che ha disposto che Roberto L., divorziato da Francesca G., dipendente del ministero del Tesoro, e invalido al 74 per cento, dovrà continuare a dare un contributo mensile, pure se minimo, al figlio Riccardo, 27 anni, che dopo aver lavorato per circa un anno si era licenziato. Per la Suprema Corte, l'uomo, anche se può disporre solo dell'assegno di invalidità civile, dovrà continuare a versare 150 euro al mese al figlio non avendo dimostrato che questi aveva raggiunto «l'indipendenza economica».