Lula: «Non leggo mai i giornali Mi danno bruciore di stomaco»

Come Margaret Thatcher e come Silvio Berlusconi, che ha raccontato di aver raccolto il consiglio dell’ex premier inglese. Così anche il presidente brasiliano ha confidato di non leggere i giornali, tantomeno le riviste, per evitare di trovarsi sotto gli occhi gli attacchi dei nemici. A leggerli per lui c’è il suo staff, perché - spiega Luiz Inacio Lula da Silva a un mensile brasiliano nel numero di gennaio - la lettura delle notizie gli aumenta i «bruciori di stomaco». Preferisce così essere informato dai suoi aiutanti. Lula, che con i media brasiliani non ha mai avuto un buon rapporto, ha affermato che la stampa lo attacca duramente dagli Anni ottanta, da quando era un leader sindacale.