Lula: «Occorrono nuove regole per la finanza mondiale» In discussione altri possibili tagli dei tassi di interesse

Il ministro delle Finanze inglese, Jim Flaherty, ha detto che sarebbe utile effettuare ulteriori tagli dei tassi di interesse per contenere gli effetti della crisi finanziaria globale. «La Gran Bretagna ha deciso un taglio abbastanza importante e sulla questione si sta discutendo moltissimo - ha commentato - anche se c’è meno spazio per ulteriori riduzioni negli Usa rispetto, per esempio, al Canada». A proposito di misure per rivitalizzare l’economia il ministro delle Finanze canadese ha osservato che appare improbabile uno stimolo fiscale coordinato nell’ambito del G20. Per l’Italia sono presenti al G20 il governatore di Bankitalia, Mario Draghi e il direttore generale del Tesoro Vittorio Grilli.
Intanto il seminario dei direttori di Confindustria ha sostenuto essere fondamentale che il sistema bancario si assuma la responsabilità del ruolo che rappresenta. «Se la visione è solo di redditività dell’azienda banca - è stato detto - c’è il rischio di andare incontro a una selezione del credito». E questo, secondo la tecnostruttura di Confindustria, è un problema. Ed è per questo che gli interventi del governo a sostegno proprio del credito, dicono i direttori di Confindustria, sono fondamentali per la tenuta del sistema economico italiano.