L'ultima bravata di Harry: è ubriaco, picchia fotografo

Londra - Un berretto azzurro calcato sulla testa a nascondere i famosi capelli rossi, una sciarpa dai colori accesi su un abbigliamento volutamente trasandato. Le gambe traballanti, visibilmente alterato. Così è apparso ieri il principino Harry sulle pagine dei tabloid britannici che l’hanno immortalato ubriaco all’uscita di uno dei suoi locali preferiti di Londra. Anche se a Palazzo smentiscono ogni cosa, il giovane Windsor non sembra aver abbandonato le cattive abitudini e, sebbene si prepari a partire per l’Irak, di tanto in tanto non disdegna una bevuta insieme a una bionda attraente. E pazienza se non è la fidanzata Chelsy Davy, che l’altra sera non era certo al suo fianco. Forse è per questo che Harry è montato su tutte le furie, aggredendo un fotografo all’uscita del night londinese Boujis.
Secondo il News of the World avrebbe trascorso la serata con una vecchia fiamma, un’ex presentatrice tv di nome Natalie. «Lui e Natalie hanno ballato tutta la sera appiccicati – ha raccontato un testimone – e le mani di lui erano dappertutto». Il principe era stato attento a farla uscire dall’entrata principale, per poi sgattaiolare dal retro. Dove però l’attendeva un paparazzo di News of the World, Nick Turner, che è riuscito a fare quattro scatti prima di essere aggredito. «Era molto ubriaco – ha raccontato – È diventato subito una furia. Mi conosceva già, perché l’avevo fotografato altre volte e non avevo mai avuto problemi. Invece ieri mi ha insultato e poi mi sono ritrovato le sue mani intorno al collo». Un secondo fotografo ha raccontato che Harry è stato trattenuto dalla sua guardia del corpo, che l’ha poi accompagnato alla macchina, dove si è accasciato sul sedile. Le intemperanze di Harry sono famose, ma negli ultimi mesi l’impegno nelle forze armate e la richiesta di recarsi in Irak l’avevano aiutato a costruirsi un’immagine più matura. Gli scatti apparsi sulle prime pagine dei tabloid hanno creato parecchio imbarazzo a Corte, dove ancora si ricordano con un brivido le sue foto travestito da nazista.

La smentita è stata assoluta: «Harry è caduto addosso a un fotografo, ma non c’era intento aggressivo - ha detto ieri un portavoce - Il principe è solo inciampato su questa persona, ma certamente non intendeva aggredirlo: ridevano tutti e due». Per i reali è tutto un’equivoco, uno scherzo male interpretato. Ma le foto di Harry incerto sulle gambe parlano più chiaro di qualunque testimonianza rubata.