L'ultima spiaggia di Walter: l'etere televisivo

Per fronteggiare la continua dispersione di voti, il leader Pd prova a sbarcare sul piccolo schermo. A partire
da martedì, <em>Youdem.tv</em> inizierà a trasmettere i propri programmi all'interno del palinsesto Sky. Ai telespettatori la sentenza

Roma - I democratici si aggrappano a tutto. Per fronteggiare la continua dispersione di voti, il leader Pd Walter Veltroni decide di provare a sbarcare sul piccolo schermo. Lo aveva già annunciato. Settimana prossima sarà realtà. E si chiamerà Youdem.tv la rete che, a partire da martedì prossimo, inizierà a trasmettere i propri programmi all'interno del palinsesto Sky. "Grande" apertura con la rassegna stampa affidata a Michele Serra.

Veltroni a 15 pollici È, ha spiegato il segretario Veltroni, "una Tv nuova, diversa dalle tradizionali televisioni generaliste perchè è fatta da quelli che la vedono. I video mandati dalla gente saranno parte della comunità virtuale e alcuni entreranno nei palinsesti". Le aspettative del centrosinistra sono piuttosto alte. A detta degli organizzatori, infatti, Youdem.tv (che si potrà vedere dal canale 813 di Sky) sarà una piccola "rivoluzione" dal momento che - a detta di Veltroni - sarà un'emittente "non dall’alto verso il basso ma orizzontale". "Non è che io sto a casa e vedo ciò che gli altri hanno deciso, ma chi sta nelle città, nei quartieri, arriva in Tv con i suoi video - spiega l'ex sindaco di Roma - una televisione sull’esempio di quella di Al Gore".

L'anti-berlusconismo A chi gli chiede se sarà una televisione diversa da quella di Berlusconi, il segretario democratico cerca di scansarsi dicendo di non voler entrare nelle polemiche. Ma, poi, affonda: "Sarà diversa dalle televisioni generaliste, è questa la novità". Pur assicurando di voler sfuggire dalla polemica, Veltroni cerca di puntare sulla classica superiorità morale sfoggiata - spesso - dal centrosinistra. E si vanta dei risultati già ottenuti snocciolando alcuni dati secondo cui in quattro giorni hanno aderito al progetto circa 8mila persone. E ancora: sono giunti 300 video dagli utenti della piattaforma. "La televisione - continua Veltroni - avrà uno spazio privilegiato per l’informazione con notiziari ogni venti minuti e notizie in tempo reale per gli eventi più importanti".

I big in cartellone Tra i "nomi" che accompagneranno il debutto di Youdem.tv oltre a Michele Serra anche Gianni Riotta, Andrea Salerno, Paolo Gentiloni, Concita De Gregorio e Stefano Menichini e Sandro Veronesi. Ma non sono i grandi nomi dell'intellighenzia rossa il vero obiettivo di Veltroni che spera, piuttosto, di arrivare ad avere numerosi corrispondenti Youdem in tutti i Comuni d’Italia: "Ognuno che ha la telecamera può mandare i propri video e avere la possibilità di farli vedere su Sky". Un progetto piuttosto populistico che punta a una tv di partito "plasmata da chiunque". Questo - ovviamente - non impedirà al segretario di tenere un appuntamento fisso giornaliero: ogni mattina tra le 10.20 e le 11 Veltroni sarà in diretta.

La posta in gioco Il sogno di una televisione di partito è sempre stato caro a Veltroni. Ora ci gioca la faccia. Dopo aver perso il legame con la piazza il centrosinistra cerca di recuperare il terreno perduto con i nuovi media. Una scommessa importante. La posta in gioco è - senza dubbio - alta. Ai telespettatori l'ultima parola: per fare affondare il progetto di Walter basterà, infatti, un click del telecomando.