L'ultima verità di Eto'o

Samuel Eto'o passa all'Anzhi o Anji Makhachkala, Claudio Vigorelli, il suo manager, dice che lunedì o martedì sarà ufficiale, 42 giorni dopo la celeberrima dichiarazione: «Quando parla il presidente non posso che rispondere sì».

«Grazie a tutti, tiferò Inter, vincete anche senza di me». L'annuncio si attende a breve, Samuel Eto'o passa all'Anzhi o Anji Makhachkala, Claudio Vigorelli, il suo manager, dice che lunedì o martedì sarà ufficiale, 42 giorni dopo la celeberrima dichiarazione: «Quando parla il presidente non posso che rispondere sì».
Ma dai. Vuoi vedere che la dichiarazione di Eto'o ne nascondeva un'altra? Cioè: e se avesse voluto dire che all'Anzhi o Anji ce lo ha mandato il preside in cambio di qualche barile?
Le cose sarebbero andate così:
Samuel lo sa che un mio carissimo amico vorrebbe schierarla nella sua squadra?
Presidente, ma cosa mi dice? davvero?
Proprio così, perchè non approfondisce. Approfondisca, approfondisca.
Poi invece la Gazzetta ha fatto i conti in tasca al preside e ha svelato che fra cessione del cartellino e tre stagioni di ingaggio risparmiate, Moratti arriva a 98 milioni somma dei 27 dei russi più i 72 dello stipendio che non gli dà più.
E allora?
Tutti subito addosso al preside che fa cassa. Dai! Se Eto'o cambia maglia per 60 milioni allora bene bravo, se il preside ne risparmia 99 allora male.
Piuttosto ci sarà da capire come si troverà Eto'o, per via delle temperature ovviamente. Lui è abituato ai caldi, Spagna, Italia, vediamo. Comunque speriamo che non si penta, almeno non troppo presto, perchè magari salta fuori che torna in Italia e gli interisti temono di sapere già dove. Parlano i precedenti.