L'ultimo grido al Salone del Libro: il primo video-romanzo erotico per sordi

Giovedì 13 maggio allo spazio autori del Lingotto sarà presentato il progetto proposto dalla scrittrice Maria Giovanna Luini, che intende soprattutto evidenziare le problematiche e l'isolamento che può derivare da un handicap come la sordità

L'eros non ammette confini né barriere di nessun tipo. Ecco così arrivare in Italia il primo video romanzo erotico per sordi, ideato soprattutto per evidenziare la necessità di non escludere dalla vita sociale e culturale chi vive con un handicap come la sordità, che solo in Italia colpisce una persona su mille coinvolgendo migliaia di famiglie.
L'idea è proposta dalla scrittrice Maria Giovanna Luini, medico scrittore che trascorre la propria vita tra l'Istituto Europeo di Oncologia di Milano e la casa di Firenze nella quale si ritira per scrivere. Nella sua produzione letteraria è possibile trovare romanzi, fiabe e racconti, alcuni dei quali erotici.
È proprio dall'interesse suscitato dai suoi racconti erotici che Maria Giovanna Luini ha scelto di incentrare sull'eros il primo video romanzo tradotto in lingua dei segni, per sensibilizzare anche il pubblico udente utilizzando un canale e un mezzo innovativi. Il video romanzo per non udenti si differenzia da altre produzioni dedicate ai sordi in quanto, oltre a essere sottotitolato, sarà recitato in lingua dei segni dagli attori madrelingua, per essere percepito con intensità e immediatezza. Il progetto sarà lanciato in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, giovedì 13 maggio alle 11, presso lo spazio autori B del lingotto Fiere.
L'ultimo romanzo della Luini s'intitola «Diario di melassa» e sarà presentato dall'autrice assieme a un interprete LIS che segnerà alcuni passi del libro. «Diario di melassa» è un romanzo autobiografico in cui vengono affrontati i temi della pedofilia e del disturbo alimentare - binge eating disorder -, dal punto di vista di chi li ha vissuti in prima persona e affrontati. Il video tradotto in LIS sarà reso disponibile sul web al link www.mariagiovannaluini.it, in quanto la rete costituisce un eccellente strumento di integrazione sociale.