Luna Rossa, due batoste

da Valencia

Giornataccia per le barche italiane: Luna Rossa e +39 condividono due sconfitte e Mascalzone perde l'importante incontro con Desafio considerato uno spareggio per l'accesso alla semifinale. Per i «lunatici» la giornata comincia con la regata contro Shosholoza, condotta dal timoniere Paolo Cian e dal tattico Tommaso Chieffi: due sportivi, ma anche due italiani esclusi dal giro delle tre sfide tricolori. Quella regata insomma era per loro una regata di rivincita e in una giornata che sembrava fatta apposta per la loro barca non hanno perso l'occasione.
Luna Rossa purtroppo ha subìto fin dalla partenza: nella prima bolina a tratti è passata in testa, ma senza portare a casa il sorpasso. Quasi meglio la regata contro Bmw Oracle, perché la Luna ha sempre tallonato la barca americana. Nella interminabile prima bolina i due hanno navigato spalla a spalla, dimostrando una velocità molto simile. Di solito, può sembrare un paradosso, si considera più veloce la barca che resta dietro ma così vicino. Chi è davanti prende il vento buono. Resta il fatto che Bmw Oracle è l'unica barca a pieni punti: cinque regate, cinque vittorie. Dietro gli americani cinque sindacati con tre vittorie: Luna Rossa, Emirates, Mascalzone, Victory Challenge e Shosholoza. Classifica apertissima e pericolosa.
Mascalzone Latino - che domenica, su invito dell’armatore Onorato, ospiterà a bordo il viareggino Marcello Lippi, il mister dell’Italia mondiale - avrà purtroppo non ha mostrato lo stesso smalto dell'altro giorno, ha prima dominato la partenza poi non ha colto l'attimo per punire seriamente l'avversario che si è liberato e ha tagliato bene la linea. Poi ha cercato ostinatamente il vento a destra, non sempre ha controllato e alla fine gli spagnoli hanno vinto, anche grazie a una barca più a proprio agio con il vento medio della prima regata. Oggi il vento dovrebbe soffiare, per le nostre avversari morbidi.