Lunedì incidente probatorio sul delitto di Tor di Quinto Ma la Mobile indaga ancora

Il gip di Roma Claudio Mattioli ha fissato per lunedì prossimo l’audizione, tramite incidente probatorio, della nomade che il 30 ottobre scorso ha dapprima segnalato la presenza del corpo di Giovanna Reggiani in un fossato e successivamente indicato alla polizia il nome del presunto assassino, il romeno Nicolae Romulus Mailat. Le dichiarazioni della donna, che attualmente si trova in una struttura protetta, assumeranno quindi il valore di prova in vista del processo che la procura intende far celebrare con il giudizio immediato. L’atto istruttorio si terrà alla presenza dei pm della procura di Roma Italo Ormanni e Maria Bice Barborini, che hanno chiesto l’incidente probatorio. Mailat è detenuto a Regina Coeli per omicidio volontario, violenza sessuale e rapina. Secondo quanto si è appreso la squadra mobile di Roma sta continuando a indagare: il sospetto degli inquirenti è che il romeno non abbia agito da solo. Intanto Mailat ha detto che se sarà condannato, vuole scontare la pena in Romania.