Lunedì nero per il caffè

Una vera débâcle per i prezzi future del caffè Robusta che hanno lasciato sul terreno quasi l’8% terminando aggrappati alla soglia psicologica dei 1.400 dollari per tonnellata. Dai recenti massimi dei sei anni e mezzo toccati all’inizio di settembre, la discesa della quotazioni sfiora il 13%. A spingere le vendite è stata la revisione al rialzo sulle stime dei raccolti in Vietnam. Tra i metalli preziosi, rimbalzo tecnico dell’oro che ha riconquistato quota 580 dollari dopo settimane di realizzi.