Lunedì alla Normale il matematico Serres

Lunedì prossimo la Normale di Pisa (ore 16, Sala degli Stemmi del Palazzo della Carovana) ospiterà, per un seminario della Classe di Scienze, il premio «Abel» Jean-Pierre Serre, il matematico che nel 1954, a soli 28 anni, vinse la Medaglia Fields (l’equivalente del Nobel per la matematica). Serre è stato titolare per trentotto anni della cattedra di Algebra e geometria al Collège de France. Le sue teorie hanno dato nuovi impulsi al progresso di molte branche della matematica, dalla topologia alla geometria algebrica, fino alla teoria dei numeri. Il suo modello nell’antichità è Archimede, piuttosto che Euclide, mentre indica come nuovo Archimede dell’epoca moderna lo studioso Bourbaki. Nato a Bages, in Francia, nel 1926, Serre ha studiato all’École Normale Supérieure e nel 1951 ha conseguito il titolo di dottore in Scienze alla Sorbona. Dopo aver lavorato al Centre National de la Recherche scientifique, è stato professore associato all’Università di Nancy. Nel 1956 è stato nominato professore al Collège de France.