Lunedì di sciopero, treni fermi otto ore

Lunedì di passione nelle stazione ferroviarie milanesi per lo sciopero nazionale proclamato dai sindacati Filt, Fit, Ulit, Fast F., Ugl e Orsa: la protesta, di otto ore, provocherà caos, ritardi e annullamenti di convogli rendendo difficile viaggiare in treno. È l’ennesimo blocco nel settore dei trasporti con pesanti ripercussioni sui cittadini messo in atto in questo autunno di proteste sindacali. L’astensione dal lavoro del personale addetto alla circolazione dei treni sarà dalle 9 alle 17, mentre per il personale addetto agli uffici e agli impianti fissi per l’intera prestazione lavorativa. All’origine della protesta, la rottura delle trattative con il gruppo Fs. Tra i punti della vertenza ci sono il blocco del lavoro precario utilizzato o fornito da terzi, l’apertura di un confronto su un piano di assunzioni, il rispetto degli accordi relativi ai turni. Dal canto suo, il gruppo Ferrovie dello Stato invita gli utenti a controllare la partenza del treno prescelto prima di andare in stazione, utilizzando le informazioni relative a Eurostar, Intercity ed Espressi pubblicate sul sito www.trenitalia.com o telefonando al call center di Trenitalia al numero 892021.