Da lunedì la sosta si paga con un sms

Pagare la sosta sulle strisce blu con un sms, via Internet o con una chiamata dal cellulare. È la novità tecnologica che scatterà da lunedì prossimo nella capitale grazie al servizio «Pagososta» ideato da Atac spa in collaborazione con Ribes Informatica spa. Il nuovo servizio è stato presentato in Campidoglio dal sindaco Walter Veltroni, dagli assessori comunali alla Comunicazione e alla Mobilità, rispettivamente Mariella Gramaglia e Mauro Calamante, e dal presidente e amministratore delegato di Atac spa rispettivamente Fulvio Vento e Gioacchino Gabbuti.
«Roma è la prima città in Italia ad adottare questo sistema. È un altro passo in avanti per semplificare la vita dei cittadini», ha sottolineato Veltroni ricordando anche che sono state finora 40mila le utilizzazioni del pagamento via sms dei biglietti per i mezzi pubblici. Per usufruire del nuovo servizio «Pagososta» sarà necessario iscriversi presso il Contact Center di Atac o via Internet sul sito www.atac.roma.it. Una volta registrati si potrà attivare e disattivare il servizio che permette la sosta nelle strisce blu inviando un sms dal proprio cellulare al numero 340.4312586, chiamando dal proprio telefonino il numero dedicato 06.70300487 e seguendo le istruzioni della guida vocale oppure tramite Internet collegandosi dal sito www.atac.roma.it e accedendo alla propria area riservata. In pratica basterà mandare l’sms o attivare il servizio con le altre modalità quando si arriva al parcheggio e inviarne un altro quando la sosta è terminata. «Questo - ha osservato la Gramaglia - risolve anche il problema di chi si trova, ad esempio, in una riunione di lavoro e non ha più l’incombenza di dover scendere per pagare il parcometro per prolungare l’orario di sosta». Il servizio «Pagososta» si potrà pagare con carta di credito o con addebito sul conto corrente bancario dell’utente. «Non ci sono costi aggiuntivi - ha sottolineato Vento - se non quello dell’sms o del bonifico bancario. Il servizio è fruibile attraverso qualsiasi operatori di telefonia». Gli ausiliari del traffico, deputati al controllo della sosta, potranno verificare in tempo reale la situazione essendo tutti dotati di computer palmari.