La lunga guerra per il patrimonio

Margherita Agnelli de Pahlen, figlia dell’avvocato Gianni Agnelli, ha avviato una causa contro i gestori del patrimonio del padre (Franzo Grande Stevens, Gianluigi Gabetti e Siegfrid Maron). Ci sarebbe dunque un «tesoro nascosto all’estero» quantificabile in circa 1.5 miliardi di euro escluso dall’accordo di ripartizione dell’eredità, sottoscritto dalla famiglia nel 2004. La Procura di Milano ha iscritto nel novembre scorso Margherita Agnelli nel registro degli indagati, con l’accusa di concorso in tentata estorsione in relazione al braccio di ferro della donna con i suoi ex legali. In particolare, secondo l’accusa la signora de Pahlen avrebbe esercitato pressioni sul suo ex avvocato Emanuele Gamna per la restituzione di una parcella da 15 milioni di euro e perché firmasse un «affidavit» nel quale questi ammettesse di non essersi comportato con trasparenza nella vicenda del patrimonio dell’Avvocato.