Il lungo brindisi in casa Coppo

Oggi è la domenica di Cantine Aperte. Si metteranno in moto un milione di enoturismi. Tra le mille iniziative quella di Piero, Gianni, Roberto e Paolo Coppo ha il merito di radunare nella cantina di Canelli (Asti), 0141.823146, anche altre realtà sia oggi sia domani per una kermesse che Nichi Stefi ha battezzato «1892-2005 Ancora una volta tra amici, in cantina». Oggi dalle 11 alle 19 e domani da mezzogiorno alle 19, sarà possibile degustare due vini e assaggiare un prodotto tipico della regione di ognuno dei seguenti produttori: Bellavista con lo storione bianco di Calvisano dell'Agroittica, Castello di Ama con i salumi di cinta Senese di Stefano Falorni, Falesco con i salumi biologici di cinta Senese di Serpepe Pio, Feudi di S.Gregorio con il pecorino di Carmasciano di Orazio Muscilli, Planeta con il formaggio ragusano sostenuto da CoRFiLaC, San Patrignano con le specialità della stessa comunità e Coppo con la robiola di Roccaverano di Arbiora. Domani alle 10, prima della festa godereccia, convegno sul tema «Vino e globalizzazione, quale futuro per le cantine di territorio?». Si spera roseo.