Un lungo Ferragosto tra arte e natura in terra di Lombardia

Una cosa sembra (quasi) certa: dopo un’estate ballerina come poche altre, almeno fin qui, le previsioni meteo lasciano ben sperare per il lungo weekend di Ferragosto. Occasione dunque ideale per concederci un giro fuoriporta, alla scoperta (o riscoperta) di luoghi distanti il tradizionale tiro di schioppo dalla città, immersi nel verde o ricchi d’arte e cultura. La Lombardia, infatti, non chiude per ferie e non va in vacanza, ribadendo anzi di essere sempre più meta ambita dal turismo internazionale ma anche da quello locale. Le proposte per trascorrere una «tre giorni» ricca di spunti e soddisfazioni non mancano, anche perchè - dal lago Maggiore a lago di Garda, dal Canton Ticino a Pavia e Mantova, tutte le località più appetibili sono tranquillamente raggiungibili in poco tempo, soprattutto in questi giorni di traffico limitato, anche per una semplice gita in giornata. Ecco dunque qualche assaggio, tra i più prossimi al capoluogo, giusto per stuzzicare la curiosità e lasciare al lettore il gusto di ritagliarsi un itinerario su misura.
Cominciamo dalla musica, che tra luglio e agosto è la vera regina dei laghi. Domani, a Palazzo Perabò di Cerro di Laveno, sulla sponda varesina del lago Maggiore, nuovo incontro musicale nell’ambito di «Lago Maggiore Musica», intensa rassegna organizzata dalla Gioventù Musicale in molte località affacciate sulle rive del Verbano: l’appuntamento, alle ore 21, è con le composizioni originali jazz dell’«Alessandro Chiappetta Quartet». A Leggiuno, appena piùa Nord, vale la pena di fare un salto al suggestivo eremo di Santa Caterina del Sasso, a strapiombo sulle acque del lago (www.vareselandoftourism.it). Da Laveno, basterà prendere il traghetto per trasferirci sulla sponda piemontese del Verbano (www.navigazionelaghi.it). Qui, tra l’altro, ci aspetta lo spettacolo delle isole Borromee, a disposizione dei visitatori nell’arco di tutto il weekend, lunedì 15 compreso. Imperdibile un passaggio a Palazzo Borromeo, sull’isola Bella, per immergersi, tra l’altro, nei tesori della pittura lombarda egregiamente conservati nella Galleria dei Quadri «General Berthier» (0323.30556,www.borromeoturismo.it). Tornando in terra lombarda, per Ferragosto resterà eccezionalmente aperto il Museo Baroffio e del Santuario del Sacro Monte di Varese (0332.212042, www.museobaroffio.it). Per chi vuole immergersi in un’atmosfera internazionale, senza abbandonare le amate sponde, basterà fare una puntata fino a Locarno, «perla» elvetica del lago Maggiore, dove si concluderà domani il Festival del Cinema. E, per unire svago all’aria aperta e cultura, sempre nell’intrigante atmosfera della vicina Svizzera, riserverà più di una sorpresa la visita alla mostra «Ugo Pratt. I luoghi dell’avventura», antologica dedicata al grande fumettista e grafico italiano padre di Corto Maltese, in corso al Museo d’Arte di Lugano e aperta anche lunedì 15 (www.mdam.ch).