Lungo il litorale nord è di moda il «mordi e fuggi»

Nelle località del litorale a nord di Roma, nell’estate del caro petrolio, il mercato degli affitti delle case estive si ridimensiona ma non crolla. La crisi economica sembra piuttosto incidere sui modi di concepire le vacanze. Si modificano abitudini radicate a vantaggio di ferie sicuramente più spartane: l’obiettivo primario è il risparmio, che la maggior parte dei vacanzieri cerca senza particolari rinunce, con il minimo dei sacrifici e con il massimo dell’inventiva. «I prezzi sono rimasti stabili», concordano i titolari delle agenzie immobiliari di Ladispoli. Qui, un mese di vacanza in un appartamento fronte mare da 4 posti letto costa tra i 1.400 e i 1.600 euro a luglio per salire a 1.800, 2mila ad agosto. Prezzi che scendono di 200-400 euro se ci si allontana dal mare e lievitano di altri 400-600 euro, se si scelgono le frazioni di Marina San Nicola e Campo di Mare. «C’è un calo delle domande, ma non eccessivo», spiegano all’agenzia Grimaldi. Più grave il quadro tracciato all’agenzia Ruscito. «La percentuale di case sfitte - dicono - va rapportata a una disponibilità generale inferiore rispetto all’estate del 2007. Inoltre, c’è un aumento di nuclei familiari che trascorrono insieme le vacanze o si dividono i periodi di permanenza e ovviamente anche le spese». Almeno una decina di locatari hanno trasformato ville o grossi appartamenti in bed & breakfast. Per 30-40 euro a notte affittano stanze singole o doppie, colazione compresa. Solo apparentemente contraddittorio il panorama a Santa Marinella, dove dai dati delle agenzie emerge un calo del 30 per cento degli affitti di luglio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, compensato però da una sostanziale stabilità, se non da una lieve crescita, nella frazione di Santa Severa. A differenza di Santa Marinella, Santa Severa non ha conosciuto decadenza. Anche i prezzi sono in linea con il carattere elitario della località: l’affitto mensile di una casa di 2 camere, cucina soggiorno e bagno costa 4mila euro, che raddoppiano per una grossa villa fronte mare. «Al momento, per il mese di agosto ci sono ancora molte case sfitte - sottolinea Teresa Mazzei, dell’omonima agenzia - qualcuna riusciremo a piazzarla ma l’andamento generale è negativo nonostante i prezzi siano bloccati sui 1.200-1.300 euro per 4 posti letto a 300-500 metri dal mare e sui 1.800-2mila di fronte al mare».