Un lungo viaggio sulle note della Madre Russia

Il generale Cesar Cui (1835-1918, ricorre il centenario), non fu solamente compositore e membro del «Gruppo dei Cinque»: tra il 1878 e il 1880 fu critico musicale sulla Revue et Gazette musicale de Paris. Ora i suoi scritti giornalistici vengono editi in Italia e offrono un prezioso spaccato del contesto musicale russo ed europeo dell'800. Podio per Glinka («uno dei più grandi geni che siano mai esistiti»). Promossi anche Dargomiskij, Rimskij-Korsakov, Mussorgskij, Rubinstein. Rimandato Serov. Sufficienza stirata per Ciajkovskij (le sue opere «si barcamenano»).

Mattia Rossi