Un lungo weekend fra musei, tradizione e delizie del palato

Clima effervescente questo fine settimana in Lombardia, con quasi un migliaio di eventi culturali spalmati in undici province. Lo slogan della manifestazione è eloquente: «Fai il pieno di cultura». In programma incontri e spettacoli in posti davvero speciali: da oggi a domenica si fondono tre iniziative di grande successo degli ultimi anni. E così la giornata delle biblioteche aperte, la notte al museo e «Oltre il palcoscenico» si fondono. Sono almeno 550 le biblioteche e 270 i musei coinvolti, ma anche diversi siti archeologici, che ospiteranno spettacoli, incontri con gli autori e le manifestazioni ideate dalla Regione con tutte le province del territorio.
A Milano sarà possibile fare una visita guidata alla strada coperta della Ghirlanda, cioè la strada sotterranea di difesa del Castello Sforzesco, come assistere allo spettacolo gratuito di Davide Riondino su Garibaldi al Museo del Risorgimento (aperto sabato fino alle 24). Sempre in città, altre destinazioni raccomandate dagli organizzatori sono il Museo della Scienza e della Tecnologia, la fondazione Arnaldo Pomodoro, il Museo Astronomico, l’Orto botanico di Brera, il Museo del Cinema “Gianni Comencini”. Ma a un salto ai «classici», quali la Pinacoteca di Brera e Villa Reale, non si può mai dir di no.
Fuoriporta invece, da segnalare che al Parco archeologico del Forcello, nel mantovano domenica si potrà gustare una cena etrusca. Al Vittoriale degli Italiani ci sarà un concerto, a Pavia si potranno visitare le cripte principali della città, senza contare mostre, giornate di studi e spettacoli. Solo esempi di un week end molto molto attivo. «Lo spirito di questa tre giorni - ha spiegato l’assessore alle Culture della Lombardia, Massimo Zanello - è quello di esprimere la vitalità artistica e culturale della nostra regione».
Tutti i percorsi culturali saranno proposti anche attraverso compagnie teatrali locali con spettacoli di palcoscenico e artisti di strada. Si potranno rivivere le antiche tradizioni contadine e le tecniche di coltivazione dei prodotti del territorio, con assaggi di vini e specialità gastronomiche. Insomma, per non lasciare insoddisfatta non soltanto la sete e la fame di conoscenza, ma soprattutto il palato dei visitatori.
Vista la quantità e la qualità dell’offerta, districarsi tra appuntamenti, luoghi e orari non sarà semplice. Prima di programmare l’escursione è consigliabile controllare gli aggiornamenti sui siti: www.lombardiacultura.it, www.provincia.milano.it, www.monzaebrianzainrete.it.