Lupi e quei sorpassi sinistri

Quando l’onorevole Sandro Gozi (Pd) ha tagliato il traguardo di Central Park con il tempo di 3 ore 38 minuti e 53 secondi, il keniano Geoffrey Muntai - vincitore della maratona di New York - era già arrivato da più di un’ora e mezza. Ma per il democratico è stato comunque un arrivo trionfale. Il motivo? È stato lui a vincere la sfida interna al Montecitorio Running Club tra i parlamentari che hanno partecipato alla celebre corsa newyorkese. Battuto sul filo dei secondi Filippo Saltamartini (Pdl, 3h39’48”), staccato invece di una manciata di minuti il collega Paolo Fadda (Pd, 3h45’51”). Solo sesto il pidiellino Maurizio Lupi (4h03’51”, il suo tempo finale) che non è riuscito a vincere la sfida che gli avevano lanciato gli stessi Gozi e Fadda. «Un dolore alla gamba al 30° km mi ha costretto a rallentare e ho sofferto molto per giungere al traguardo», ha spiegato Lupi al termine. Appuntamento all’anno prossimo per la rivincita.