Lupin-lavavetri ruba 800mila euro di gioielli

Via Montenapoleone, un malvivente, fingendosi un addetto al lavaggio della vetrina, è riuscito ad asportare la pesante lastra di vetro e a rubare preziosi per un valore di 800mila euro. Increduli gioielliere e passanti

Milano - Claudio Pederzani, proprietario della gioielleria di via Montenapoleone che questa mattina alle 10.30 circa ha subito il furto del contenuto della vetrina, sosta davanti al negozio assistendo ai rilievi della polizia e ancora non si capacita di come il malvivente sia riuscito, fingendosi un addetto al lavaggio della vetrina, ad asportare la pesante lastra di vetro e rubare i gioielli alla luce del sole.

Nella notte avrebbe tolto le viti "Nel negozio c’erano il fattorino, i commessi, mio fratello, ma nessuno si è accorto di nulla - dice - anche i colleghi dei negozi di fronte non hanno notato niente di sospetto perchè vedevano semplicemente una persona che lavava i vetri". Secondo l’ipotesi degli inquirenti, il ladro avrebbe fatto un sopralluogo nella notte per sfilare le 18 viti che sorreggevano la saracinesca. Pederzani non è dello stesso parere.

Furto per 800mila euro
"Credo che le viti siano state tolte questa mattina", afferma. Quanto al valore della refurtiva i titolari non hanno ancora fatto un calcolo preciso, ma dicono che potrebbe aggirarsi intorno ai 700-800 mila euro. "C’erano un bracciale e un brillante importantissimo esposti da due settimane - spiega Pederzani - probabilmente li avevano studiati da tempo". Il ladro, che è fuggito a piedi, non è stato visto da vicino, ma secondo il titolare dovrebbe trattarsi di un italiano.

I passanti: "Però sono degli artisti"
Increduli anche i milanesi che imboccano via Montenapoleone per una mattinata di shopping e si ritrovano fotografi, polizia e carabinieri intenti a lavorare davanti alla gioielleria. "Però, sono stati bravi", dice qualcuno ridendo dopo aver visto scopa e ventose. "Pazzesco - commenta qualche altro - come hanno fatto con tutte queste telecamere? Sono degli artisti".